News

Cuore Olimpia batte San Pio.

11° Campionato Andata
Serie D Regionale Girone B

San Pio X Mantova vs. OLIMPIA LUMEZZANE  67-77

Parziali: 23-19  11-14  12-18  21-26

 

SAN PIO: Zucchi, Padovani L. n.e., Padovani F. , Montanari 12, Fiozzi 5, Torreggiani 11, Moretti, Mezzadri n.e., Sacchi 18, Battistini 21.
All: Tosetti
Vice: Fogato

OLIMPIA: Becchetti 8, Duiella 2, Nava n.e., Patti n.e., Cartapani 12, Savesi 3, Prandelli 9, Tognazzi 4, Bertoli (C) 15, Rizzolo 24.
All: Cullurà
Vice: Zaffirio

Note: uscito per limite di falli Battistini; fallo tecnico a Battistini.

Arbitri: Agazzi & Gamba

L’Olimpia ritorna subito a sorridere dopo la scoppola rimediata contro Quistello. E i sorrisi sono di quelli a “mille mila” denti perchè arrivano al termine di una settimana davvero difficile. Già è dura riprendersi dopo una sonora lezione, aggiungiamoci la nuvola fantozziana che ha riempito l’infermeria, più l’assenza di Bossini per motivi personali… Risultato: un solo allenamento prima della sfida contro San Pio e panchina che pare più un Lazzaretto di manzoniana memoria.

Coach Cullurà porta in panchina 10 uomini, ma può effettivamente contare su solo 8 giocatori (Patti e Nava sono lì solo per stare vicini ai compagni, Fugagnoli segue dalla tribuna).

A Padovani, Montanari, Fiozzi, Sacchi e Battistini l’Olimpia risponde con Becchetti, Duiella, Prandelli, Capitan Bertoli e Rizzolo.

I primi attimi vedono i due top scorer del parquet duellare a suon di canestri. Battistini (autore di 43 punti nella precedente giornata) fa valere il suo fisico e la sua bravura; Rizzolo fa valere la sua esperienza e la sua precisione (12 punti solo nel primo quarto).
Battistini oltre a mettere in difficoltà Lumezzane, mette in difficoltà anche la propria squadra: dopo aver commesso due falli è veemente nelle proteste e viene punito con il tecnico. Veemente è anche coach Tosetti nell’accoglierlo in panchina, dove vi resterà fino al terzo quarto.
L’Olimpia però non riesce ad approfittare del vuoto lasciato dal giovane mantovano. Sacchi, Montanari e Torregiani colpiscono duro. Gli uomini di Cullurà reagiscono con Prandelli, Cartapani e Capitan Bertoli. Ogni volta che l’Olimpia è lì lì per raggiungere i padroni di casa, questi piazzano però il mini break che li fa tornare a respirare. Tanti, troppi i rimbalzi offensivi concessi a San Pio che quando non ci riesce al primo, insacca spesso e volentieri nel secondo tentativo. Il primo quarto si chiude sul 23-19; il secondo, dove San Pio raggiunge il massimo vantaggio (29-21), finisce 34-33.

Durante l’intervallo tutta Mantova sente coach Cullurà dagli spogliatoi. E al rientro in campo gli Olimpici fanno capire di aver recepito il messaggio: la difesa diventa più imponente, i rimbalzi difensivi diventano quasi la normalità. Becchetti, fino a quel momento impreciso al tiro, ma eccellente nel guidare le azioni, ritrova la via del canestro. Bertoli e Cartapani sotto canestro si divertono, spesso subendo anche falli che li portano in lunetta per il tiro supplementare. Alla fine del terzo quarto l’Olimpia è finalmente avanti nel punteggio (46-51).

L’ultimo quarto è inaugurato con la tripla di Torregiani per il -2. Bertoli e Cartapani segnano e distaccano momentaneamente San Pio. Battistini è di nuovo della battaglia e torna ad impensierire Lumezzane. Il botta e risposta vede Mantova recuperare ogni volta un punto all’Olimpia grazie alle triple in sequenza di Sacchi, Torreggiani e Battistini. Grande respiro è dato dalla tripla quasi sulla sirena dei 24″ di Savesi. Da quel momento l’Olimpia si impadronisce del campo: palle recuperate, contropiedi e falli subiti conducono lentamente la gara verso la Valgobbia. Bertoli è impietoso e gli ultimi istanti sono di amministrazione del vantaggio fino alla sirena finale che unisce tutta l’Olimpia in un grande abbraccio.

La panchina lunga e le continue rotazioni erano state uno dei grandi assi nella manica di Cullurà. Questa sera l’Olimpia ha dimostrato che anche nelle difficoltà non si molla un…bel niente!

Vittoria che da morale e ora sotto con la preparazione per l’ultimo match del 2015: la grande sfida contro la capolista Gussola. Ci arriviamo incerottati, ma con il coltello tra i denti.

Prossimo appuntamento: Venerdì 18 dicembre ore 21.15 @Palatenda “D. Ghidetti”, via Mazzini, Gussola (CR).