News

Il Twirling Lumezzane scalda la Terzi Lana; la Tazio Magni la gela.

9° Campionato Ritorno
Serie D Regionale Girone A

OLIMPIA LUMEZZANE vs. Tazio Magni Gussola  71-80

Parziali: 20-24  17-24  14-22  20-10

OLIMPIA: Becchetti 14, Zoni n.e., Genco 1, Nava 10, Savesi, Prandelli 9, Bertoli (C) 8, Rizzolo 8, Perazzi 11, Lottatori 10.
All.: Cullurà
Vice: Zaffirio

GUSSOLA: Canali 8, Ponzi, Moscatelli 24, Trevisi n.e., Peri 11, Vecchio M. 2, Vecchio P. 14, Bodini 8, Mela (C) n.e., Barilli 13.
All: Baraldi
Vice: Mangoni

Note: uscito per limite di falli Vecchio M. e Rizzolo.

Arbitri: Bernardelli & Crescini

Il primo dei tre scontri al vertice per la corsa finale al miglior piazzamento play-off è decisamente negativo per l’Olimpia Lumezzane. Con questa sconfitta ora il quarto posto è davvero pericolante, con Ombriano e Gussola appunto, proprio alle calcagna. Ome si è agevolmente sbarazzata di San Pio X, andando così al terzo posto; Ombriano ha regolato Pontevico ed è a -2 da Lumezzane, così come la Tazio Magni. Insomma, l’ordine dei primi 6 posti è lungi dall’essere definito.

Andando a quanto è effettivamente successo alla Terzi Lana partiamo dall’esibizione delle ragazze del Twirling Lumezzane che hanno presentato al pubblico l’esercizio con il quale nella giornata di oggi (Sabato 11 marzo), in Liguria, proveranno a qualificarsi per l’International Cup di Porec in Croazia quest’estate. A loro, i più grandi auguri Olimpici.

Passando poi alla palla a due, i primi tre quarti sono di assoluta marca ospite. Gussola controlla il gioco, mandando in bambola più volte i padroni di casa. Dal canto loro i valgobbini dimostrano subito di non essere in serata, con autentiche parabole dalla distanza che più di una volta non arrivano neanche al ferro. Perazzi, Becchetti e Prandelli provano a tenere il ritmo di Moscatelli e soci, ma solo per pochi minuti del primo quarto.

Nel secondo quarto Gussola aumenta le distanze con le giocate di Peri, Barilli e Bodini capaci di essere cinici dalla distanza e intelligenti nello sfruttare le distese difensive lumezzanesi. Lumezzane prova a non crollare, ma Gussola è inarrestabile.

Nel terzo quarto la situazione peggiora. Gussola arriva al +22, mettendo in discussione addirittura il +27 lumezzanese finale dell’andata. E’ ancora Perazzi, con Prandelli,ad arginare il divario. Il +19 ospite di fine terzo quarto è qualcosa di decisamente raro per la Terzi Lana…

Nell’ultimo quarto,complice una Tazio Magni forse ormai sazia, ma soprattutto un’Olimpia finalmente Squadra si assiste ad una clamorosa rimonta. Rizzolo propizia il primo break del 6-0 che costringe coach Baraldi al subitaneo time out. Gussola però non riesce a riorganizzarsi e gli uomini di Cullurà ne approfittano: Prandelli e Capitan Bertoli, coadiuvati da Becchetti riportano l’Olimpia addirittura al -3. Gussola riesce nonostante tutto a mantenersi avanti grazie a Vecchio P.
Lumezzane prova a sfruttare le infrazioni offensive di Gussola, ma non sfrutta a proprio favore la situazione falli. I Vecchio e Moscatelli a lungo con 4 falli, non vengono costretti al fallo e, quando si arriva ai liberi beh…meglio soprassedere.

In definitiva, un ottimo quarto quarto non è stato chiaramente sufficiente per battere una squadra come Gussola. Quasi come una legge del contrappasso: se con la Vanoli e con San Pio X avevamo dominato per poi rischiare di essere recuperati, con Gussola abbiamo giocato solo 10 minuti. E non è questo che bisogna fare a questo punto della stagione, in queste partite, contro le squadre che dovremo affrontare. Giocare così significherà sicuramente lasciare i piani alti della classifica.

Dalle sconfitte l’Olimpia è sempre rinata. Sarà così anche questa volta. E dovrà esserlo a maggior ragione settimana prossima sul campo del Casalmaggiore.

Dai gnari!

Prossimo appuntamento Venerdì 17 Marzo ore 21.30 @Centro Sportivo Baslenga, Casalmaggiore (CR) > Thunder Casalmaggiore vs. OLIMPIA LUMEZZANE