News

L’Olimpia perde l’imbattibilità casalinga e per Casalmaggiore è festa grande.

10° Campionato Andata
Serie D Regionale Girone A

OLIMPIA LUMEZZANE vs. Basket Casalmaggiore 76-81

Parziali:  17-30  16-18  31-17  12-16

OLIMPIA: Becchetti 10, Zoni n.e., Genco 6, Nava 8, Savesi n.e., Prandelli 7, Bertoli (C) 13, Rizzolo 12, Perazzi 11, Lottatori 9.
All: Cullurà
Vice: Zaffirio

CASALMAGGIORE: Bigot n.e., F. Parizzi 8, Grazzi 19, Silocchi 13, Zerbini 11, Zani n.e., Neviani 2, Olagundoye 11, R. Parizzi (C) 17, Donzelli.
All: Vencato
Vice: Setti

Note: uscito per limite di falli Perazzi; antisportivo a R. Parizzi; tecnico a Coach Vencato.

Arbitri: Cè & Giordano

Una di quelle partite che verranno ricordate a lungo, perchè sfide del genere non si vedono tutte le settimane. Lumezzane e Casalmaggiore se le sono suonate come non mai e, per la prima volta in stagione, l’Olimpia perde e può uscire dal campo sapendo di aver dato tutto, ma questa volta, semplicemente, Casalmaggiore “ne aveva di più”.

Coach Cullurà schiera Becchetti, Genco, Capitan Bertoli, Perazzi e Lottatori; Coach Vencato risponde con Grazzi, Silocchi, Zerbini, Olagundoye e Capitan Parizzi.

Il primo quarto per Lumezzane è letteralmente da incubo. Casalmaggiore prende subito il largo, non sbagliando un tiro e difendendo in maniera ossessiva e oppressiva. Becchetti fatica a trovare spunti per i compagni e, quelle volte che si arriva al tiro, è spesso il ferro a farsi trovare pronto…
Grazzi e Silocchi segnano che è una meraviglia dalla media, a rimbalzo le maglie prevalenti sono quelle ospiti, e in men che non si dica Lumezzane è sotto di 20 lunghezze. Perazzi, Nava e Rizzolo tentano di ricucire lo strappo, ma i 30 punti cremaschi del primo quarto sono davvero difficili da digerire.

Nel secondo quarto Rizzolo segna subito i due punti che danno un piccolissimo segnale di fiducia, ma è Capitan Parizzi a riportare tutti al punto di partenza con la tripla che ristabilisce le gerarchie e le distanze. Olagundoye da sotto si fa valere; Lumezzane prova a reagire, ma poco può contro la convinzione dei Thunder che su un’azione prolungata arrivano addirittura a recuperare 5 rimbalzi offensivi consecutivi,,,
Genco tiene Lumezzane sotto i 20 punti di distanza e a fine primo tempo il tabellone riporta un risultato davvero inusuale per la Terzi Lana (33-48).

Nel terzo quarto succede quelli che tutti si aspettavano, ma effettivamente erano pochi coloro i quali potevano realmente crederlo. Perchè al rientro dagli spogliatoi l’Olimpia inizia a graffiare il parquet e la retina del canestro con un’irruenza tale da non dare il tempo a Casalmaggiore di rimettersi in riga per cercare almeno di contenere il momento dei padroni di casa. Prandelli e Lottatori fanno piano piano risvegliare il pubblico (non così numeroso a dire il vero per una partita del genere). In pochi minuti Lumezzane ricuce lo strappo e con le schiacciate di Perazzi arriva prima a pareggiare i conti a 57, per poi passare addirittura in vantaggio. Da questo momento iniziano 15 minuti di battaglia punto a punto che fanno concludere il terzo quarto con Casalmaggiore ancora avanti, ma stavolta di un solo punto (64-65).

Il quarto quarto è tutto da godere: Capitan Bertoli dirige le danze sotto canestro con 7 punti di fila; Casalmaggiore non demorde e nonostante si ritrovi sotto non perde la bussola e riesce, grazie ai Parizzi e Grazzi, a restare in partita. Nel finale, Lumezzane torna ad essere imprecisa e frettolosa nelle conclusioni. Conclusioni che si risolvono spesso in nulla di fatto. Casalmaggiore ne approfitta ai liberi derivanti dal bonus (solo 2 falli commessi nell’ultima frazione dai ragazzi di Vencato). Dall’ultimo time out chiamato da Lumezzane ne esce una rimessa che muore ancora prima di nascere e la palla va a Casalmaggiore che da questo momento ha la strada spianata verso la vittoria. Ancora una volta riappare lo spettro dell’ultimo possesso (così come contro Ombriano ed MGM). Casalmaggiore può meritatamente esultare e tirare un sospiro di sollievo. Lumezzane ha dimostrato carattere e solidità, mannaggia però…!

Nell’altro big match di giornata Soresina ha battuto in trasferta Ome dopo un supplementare (67-70). I nostri prossimi avversari quindi, procedono nel loro cammino quasi (hanno perso solo contro Casalmaggiore) inarrestabile.
Bisognerà ancora far fronte ai numerosi infortuni perchè, dopo Patti e Gussago, è ormai imminente lo stop di Prandelli, il quale dovrà guarire da un problema al ginocchio.
La Dirigenza e lo staff sono già impegnati a cercare possibili alternative da aggregare al roster Olimpico.

Prossimo appuntamento: Venerdì 9 Dicembre, ore 21.15 @Palazzetto, via Dello Stadio, Soresina (CR) > Gilbertina Soresina vs. OLIMPIA LUMEZZANE